LA CONTABILITA' DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

Le associazioni sportive dilettantistiche sono state interessate da una serie di novit` normative contenute nella Legge n. 133/99 (Collegato Finanziaria 1999). In particolare le novit` interessano le associazioni che utilizzano il regime fiscale agevolato previsto dalla Legge n. 398/91. Questi gli adempimenti.

ASPETTI CONTABILI

Le associazioni sportive dilettantistiche che optano per la Legge n. 398/91 sono esonerate dall'obbligo di tenere le scritture contabili prescritte dagli articoli 14, 15, 16, 18 e 20, DPR n. 600/73, cosl come dagli obblighi di cui al titolo II del DPR n. 633/72. Invece, sono tenute ad annotare, anche con una scrittura cumulativa, entro il giorno 15 del mese successivo, i corrispettivi ed i proventi conseguiti nell'esercizio di attivit` commerciali con riferimento al mese precedente. A tal fine si deve utilizzare il prospetto, approvato con il D.M. 11.2.97 (cioh quello riservato ai contribuenti supersemplificati), opportunamente integrato, che dovr` essere preventivamente vidimato all'Ufficio IVA. Nel prospetto devono essere inoltre annotati in modo separato i proventi che non costituiscono reddito imponibile (ad esempio i proventi decommercializzati). Questo ulteriore adempimento h richiesto al fine di consentire all'Amministrazione finanziaria il riscontro ed il controllo di questi particolari tipi di proventi. Da quanto sopra emerge la "linea ministeriale": non si devono adottare particolari registri bensl il prospetto dei contribuenti supersemplificati. Questo h quanto ha sancito il DPR n. 544/99, emanato per disciplinare la nuova imposta sugli intrattenimenti. Il regolamento di attuazione n. 473/99 prevede di conservare la copia della documentazione relativa ad incassi e pagamenti per tutto il periodo per cui h possibile esperire l'azione di accertamento da parte dell'amministrazione finanziaria. Inoltre, nel caso di autofinanziamento eseguito ai sensi dell'art. 25, comma 1, Legge n. 133/99, h necessario redigere un apposito rendiconto. Adempimenti I.V.A. - il versamento DELL'I.V.A. deve essere effettuato trimestralmente, ossia entro il giorno 16 del secondo mese successivo al trimestre di riferimento, ed h ammessa la compensazione; - non c'h obbligo di presentare la dichiarazione annuale IVA; la detrazione forfetaria IVA h calcolata in misura pari al 50%, salvo che per le sponsorizzazioni al 10% f n.b. : - le fatture emesse e le fatture di acquisto devono essere numerate progressivamente per anno solare e conservate a norma degli articoli 39, DPR n. 633/72 e 22, DPR n. 600/73. Non vi h invece l'obbligo di rilasciare scontrini o ricevute fiscali.

REGIME DI DETRAZIONE IVA DALLI /01 /2000 DELLE ASSOCIAZIONI IN L. 398/91

La forfetizzazione della detrazione Iva attualmente vigente h la seguente: o per li spettacoli sortivi di ogni genere 50% o per tutti i proventi "connessi" all'attivit` spettacolistica 50% per le prestazioni di pubblicit` 50% per le prestazioni di sponsorizzazione 10% o per le cessioni o concessioni radio-televisive 1/3 o per i roventi non connessi zero o per i roventi da cessione di cespiti zero o per premio di addestramento eformazionetecnica zero perle cessioni dei diritti alle prestazioni sportive degli atleti zero =hOBBLIGO DELLA CONTABILIT@ SEPARATA

Nel caso di esercizio di piu' attivita', si ha l'obbligo di contabilita' separata quando h esercitata un'attivit`: di spettacolo con volume d'affari < 50 mil. e per questa si h mantenuto il regime naturale del forfait ==> FACOLTA' DI CONTABILITA' SEPARATA

Nel caso di esercizio di piy attivita', vi h facolta' di separare le attivita' quando viene esercitata un'attivita' di spettacolo con volume d'affari < 50 mil. per la quale si e' optato per I'applicazicazione del regime normale Iva.

OBBLIGHI CONTABILI AI FINI IVA EX L. 398/1991

Dal 1 0 gennaio 2000 con l'abolizione dell'imposta sugli spettacoli e relativa modulistica de distinta?dichiarazione Siae, il prospetto previsto dal Decreto ministeriale 11 febbraio 1997 Ai sensi dell'art. 9, c.3, Dpr 544/1999, le associazioni sportive dilettantistiche devono annotare:

a) i corrispettivi, sul prospetto di cui al Dm 11/2/97, entro il giorno 15 del mese successivo quello di riferimento, anche con un'unica registrazione mensile; distintamente gli eventuali proventi non costituenti reddito imponibile distintamente le plusvalenze patrimoniali; distintamente le operazioni intracomunitarie; qualsiasi altro provento commerciale:

b) inoltre devono: o conservare e numerare progressivamente le fatture d'acquisto; o versare trimestralmente, previa opzione, l'imposta entro il giorno 16 del secondo me successivo al trimestre di riferimento, con Modello F24 e con possibilit` di avvale della compensazione, Ai sensi dell'art. 74, c.6, Dpr 633 esse sono esonerate dall'obbligo di fatturazione tranne che per o le sponsorizzazioni; o le cessioni o concessioni di diritti radio?televisivi; o la pubblicita'.

Ai sensi della lett. h), art.2, Dpr 21 dicembre 1996, n. 696, sono: o esonerate dall'obbligo di certificazione dei corrispettivi (non emettono scontrini ricevute fiscali) o devono emettere i titoli d'accesso per gli eventi spettacolistici o di intrattenimento Sono altresl: o esonerate dall'obbligo di dichiarazione annuale Iva; o esonerate dall'obbligo di dichiarazioni periodiche Iva. Sono tenute a: osservare gli obblighi in materia di bolle e documenti di trasporto.